lunedì 29 settembre 2014

✰ Special ✰ Tappa 3 del 'Colliding Storm world tour' di Chiara Cilli

Ed eccoci qui nuovamente a parlare di Chiara Cilli e della sua Matt Staton Agency!
Oggi siamo veramente felici di ospitare la terza tappa della 'Colliding Storm blog tour' dove andremo a presentare la Playlist di questo libro. 

*A* Una tilogia che mi ha fatto battere il cuore, mi ha fortemente emozionata e che tuttora quando ci penso, un certo magone si fa largo dentro me... Inutile dire che ve li consiglio fortemente!!!



Le potete trovare QUI.




Mi lascio trasportare dalle note di Bring me to life degli Evanescence e perdo completamente il controllo del mio corpo e della mia mente.


Mi trattengo dal sorridere come una ragazzina innamorata che guarda il suo ragazzo fa lo scemo, ma quando Stefano accende la radio ed esulta nel sentire le prime note di Rock n roll di Avril Lavigne, non c'è più nulla che possa fare.


Ho appena gettato Stefano verso il microfono perchè Gio vuole cantare If I never see you face again dei Maroon 5 e Rihanna, quando Cristiano sprofonda nel divano, al mio fianco.


Siamo a metà della canzone The wolf dei Fever Ray, quando Grazia entra in scena con una serie di rovesciate e ribaltate degne di una ginnasta olimpionica.


E quando la voce peccaminosa di Jasmine Tabatai intona la prima strofa di Let yourself go wild, in teatro esplode un'ovazione satura di smania sessuale. 


I toni cupi e angoscianti della chitarra elettrica annunciano lingresso di Russian roulette di Rihanna, e il mio cuore va a tempo con i bassi che seguono.


Rido e mi aggrappo al suo braccio mentre seguiamo le mie ex colleghe in pista. Scream & Shout di will.i.am e Britney Spears risuona nella discoteca, e i giovani sono in delirio.


Sulle note di That power di will.i.am e Justin Bieber, mi lascio contagiare dall'aura di libido che contamina la discoteca e dalle sensazioni che mi scivolano addosso.


"A Cristina!" grida Gabriella, mentre Work bitch di Britney Spears fa il suo ingresso e il delirio generale raggiunge il suo picco massimo.


Le note elettriche e angoscianti di Mercy, cantata dagli Hurts, mi fanno drizzare i peli dietro la nuca. La coreografia montata su questa canzone era uno dei miei cavalli di battaglia, e sono sicura che Matt l'abbia selezionata intenzionalmente.


Le note aggressive di My songs know what you did in the dark dei Fall Out Boy si diffondono nella cabina. Inclino il capo con aria malefica quando Stefano si gira verso di me "Sembra che tu mi stia sfidando" lo stuzzico.


Non appena il biondino inizia a suonare la chitarra, accompagnato dall'uomo al pianoforte so già che si tratta della canzone Let me go di Avril Lavigne.Inarco un sopracciglio cinico verso Matt e lui mi fa una smorfia caustica, attirandomi a se. 


"Volevi che ballassi per te" rispondo a voce bassissima, quasi inudibile. La note aggressive e impetuose di I dare you di Daniel Farrant & Paul Rawson risuonano dalle casse, diffondendosi nel salottino, scandendo i battiti del mio cuore. Mi volto lentamente verso Matt, che mi guarda avido. "Ora goditi il tuo rubino".


Le note di A thousand years di Cristina Perri incominciano a risuonare nell'aria insieme al riverbero sempre più nitido dei suoni. Cristiano si volta a guardarmi trepidante e io gli annuisco con la testa, abbassandola quando mi ritrovo a sorridere.


Stefano mi fa un sorriso ammiccante e fa un cenno al pianista, che insieme al violoncellista incomincia a suonare le note di Everything dei Lifehouse. La nostra canzone. 







la vostra A   
Riflessi di Libri