lunedì 17 marzo 2014

✰ Special ✰ 7° tappa - Radioactive Storm blog tour - Cristina Cabrisi "a nudo" per noi.













Cristina Cabrisi "a nudo" per Pieces of Books.
Avete capito bene! Il Gioiello più prezioso della MSA, oggi ha deciso di togliersi la maschera e aprirsi e svelare segreti inediti.
E, quindi, ecco a voi la 7° tappa dell'entusiasmante Blog Tour -Radioactive Storm di Chiara Cilli-

Cara Cristina finalmente! Allora, vediamo un po' da dove possiamo iniziare.

*******************

Inizierei dalla tua famiglia, senza ombra di dubbio tua madre è molto presente nella tua vita e riteniamo abbia sicuramente giocato un ruolo parecchio importante per la tua personalità, è così?
Mia madre è sempre stata presente in ogni momento della mia vita. Mi accompagnava ogni giorno al motodromo per gli allenamenti e mi accompagnava in giro per l'Italia quando era in programma una competizione. Non è mai stata assente e mi ha sempre appoggiato in tutto ciò che facevo. Certo, a volte mi ha dato consigli che sapeva benissimo che non avrei seguito, ciononostante mi è rimasta accanto anche quando sbagliavo e dovevo fare i conti con le conseguenze delle mie azioni. Anche se era preoccupata, mi ha sempre lasciato libera di fare le mie scelte da sola, di decidere cosa volevo e cosa ritenevo non facesse per me. L'adoro, perché mi ha permesso di avere delle idee mie. È la migliore del mondo!

Mettiamo il caso che si venga a scoprire il tuo reale lavoro, come pensi che possano reagire i tuoi famigliari o gli amici più cari? E se alcune delle loro reazione fosse sgradevole, come reagiresti?
Se il mio contratto di lavoro prevedesse il sesso con la clientela, penso che mio padre mi disonorerebbe seduta stante—è un uomo all'antica, e in fondo non ha mai compreso realmente che genere di persona sono. Credo che mia madre, invece, vorrebbe sapere tutto di ciò che faccio all'interno dell'agenzia—anche se già so che storcerebbe il naso nell'apprendere che potrei comunque scegliere personalmente i clienti con cui fare sesso. Per loro fortuna, il mio contratto non prevede le prestazioni sessuali. Il mio lavoro prevede solo le esibizioni nel teatro della MSA e il servizio di accompagnatrice per coloro che mi richiedono. Fine—non mi sembra ci sia nulla di cui vergognarsi o preoccuparsi. Se ai miei familiari, nel caso lo scoprissero (ma in fondo, prima o poi sarò io a dirglielo), reagissero a suon di urla e quant'altro… be', è un problema loro, non mio. Mi piace quello che faccio e ciò che sono, e non devo tenere conto a nessuno.

Apparentemente sembri molto sicura di te ma in fondo il tuo "io" è un misto di paure ed insicurezze e forse proprio per questo è che ti fiondi negli spettacoli della MSA?
Sono impaurita e insicura? Davvero? *ride* Okay, okay, forse solo un pochino! Tuttavia non credo che una persona così troverebbe rifugio sul palcoscenico della MSA—avete conosciuto i Gioielli? Ragazze, quelle sono delle belve assetate di sangue e non puoi permetterti di essere debole in loro presenza! Perciò no—ho i miei personali timori, come tutti del resto, ma sono convinta che lavorare nell'agenzia non lasci spazio ad alcun genere di debolezza. Lì dentro sopravvivono solo le numeri uno—e non importa quante maschere dovrò indossare, l'obiettivo è essere la migliore in tutto.

Due uomini ti contendono e ti bramano come un Gioiello raro. Questa situazione che ti porta a stare al centro dell'attenzione ti fa sentire solamente "Viva" o suscita in te un turbinio di altre emozioni?
Un turbinio di emozioni che odio con ogni fibra del mio essere, direi! Sono così diversi che è normale mi provochino sensazioni totalmente contrastanti tra loro—e sono emozioni che non ho mai provato, quindi mi terrorizzano perché non ho la minima idea di come gestirle. A volte penso che sarebbe tutto più facile se diventassi gay e mi fidanzassi con Stella… ma non ditelo a Matt e Stefano, altrimenti mi ammazzano!

Nascondi ancora qualche segreto?
Segreti? Io? Credevo che l'unico grande segreto fosse la storia di Matt, Stefano e Stella… io sono innocente, davvero, non ho mai nascosto niente!

Parliamo di Stella adesso, dicci la verità, cosa pensi realmente di lei? Hai provato almeno una volta a metterti nei suoi panni, cercando di comprende come realmente lei si senta visto che sta subendo tutta questa situazione? Non pensi che con i tuoi comportamenti stai ingiustamente facendo soffrire un po' anche lei?
Contrariamente alle lettrici della trilogia, io non ho mai odiato Stella. Lei è sempre stata un grande mistero per me—e un po' per tutti, immagino. Fin dall'inizio ho avvertito una certa empatia nei suoi confronti. Lei è fredda ma intensa, vede tutto e ha a cuore il benessere di tutti, ma non si lascia avvicinare e tiene a distanza. Penso che se non avessi il mio lato predatorio, molto probabilmente sarei come lei. Stella mi affascina, e ogni volta che siamo faccia a faccia voglio, tento di capire cosa prova, ma non sempre ci riesco, né lei me lo permette. Ritengo che Stella sia padrona del suo mondo, e che se sono stata in grado di aprirmi con lei—e con lei sola—è solo perché lo ha voluto lei stessa. Stella è una specie di titano—e se soffre è solo perché Matt soffre. Matt è tutto per lei, quindi penso che Stella si senta in dovere di capirmi (e combattermi, quando ce n'è bisogno) per proteggere la persona più importante della sua vita.

Sul finale possiamo anche spostarci su di un campo minato... Non pensi di giocare con Stefano ed i suoi sentimenti, quando è palese che brami Matt?
Non sto affatto giocando con Stefano. Posso anche desiderare Matt fino al punto da non respirare più, ma è Stefano quello che mi tramortisce di più. Tutti affermano che scegliere di stare con Stefano è la via più facile, ma io non sono d'accordo. Ora vi confido un segreto, ma non ditelo a nessuno, altrimenti mi uccidono: io ho una paura tremenda di Stefano! Oh sì… Dico, ma avete visto con quanta facilità è riuscito a insinuarsi nella mia mente e a capirmi? Odio, ragazze, ODIO essere così vulnerabile, un libro aperto che solo lui è in grado di sfogliare. Perciò no, non gioco con Stefano perché lui non sta decisamente giocando con me. Sono perfettamente in grado di tenere testa a Matt, lui è come me, è la mia anima gemella—ma non ho la minima possibilità di sottrarmi alla determinazione di Stefano. Loro sono come due epiche battaglie che devo vincere a ogni costo. E io vinco sempre, ricordate?

Ed ora anche il ritorno di Federico... permettici, Cristina, ma la nostra domanda è più che lecita: Sarai in grado di fare una scelta? Cuore o mente...pensaci bene.
Federico rappresenta un pezzo importante della mia vita. Non dico che sia un pezzo bello, tutto rose e fiori, ma ha comunque contribuito a rendermi ciò che solo, e lo sapete bene. Ma è il passato. Non c'è nessuna scelta da fare. Lui non mi ha mai amato—né ha mai provato alcun sentimento per me, se proprio vogliamo essere onesti—e grazie a Stella ho capito che il mio amore per lui non era altro che puro odio. Federico rappresenta solo la ragione che mi ha spinto a diventare la donna che sono. Non è mai stato in partita.


Se vi siete persi qualche tappa o volete saperne di più ecco qui il calendario del Tour